06 lug 2010

Il trailer del film 7/8 con la musica scritta e interpretata da Paolo Fresu



Ricordatevi di spegnere il player della radio per poter sentire l'audio di questo trailer! Buona visione

Il film del regista Stefano Landini, racconta la diffidenza del regime fascista verso la musica jazz e le conseguenti vessazioni e violenze su chi questa musica amava e suonava. Paolo Fresu ne ha costruito l'architettura musicale utilizzando sonorità jazzistiche anni '50, piuttosto che attingere alla tradizione dello swing anni '40 (periodo di ambientazione del film). Il risultato è sorprendentemente piacevole.

Songlines & Night and Blue Paolo Fresu 5et

Può esistere qualcosa che sia vicino al meccanismo perfetto? Secondo me sì e in questo lavoro di Paolo Fresu e dei suoi amici/musicisti/compagni di viaggio ne abbiamo davvero un buon esempio. Non si tratta solo di ottimo jazz; di intensa musica improvvisata, ma di una macchina musicale che gira senza sbavature. Nel linguaggio del jazz si chiama interplay, cioè la capacità dei musicisti impegnati nel capirsi e rispettarsi  tra loro, sottolineando l'assolo di uno e intervenendo sapientemente per seguire l'altro. Oppure dilatando il supporto da semplice "fornitura di ritmo" a dialogo tra e sugli accordi, come quello proposto dal duo Attilio Zanchi (contrabbasso) e Ettore Fioravanti (batteria). Il Quintetto è la prova vivente dell'affiatamento tra persone seppur diverse. Vale la pena di ricordare questi straordinari musicisti. Oltre a Paolo Fresu alla tromba e flicorno troviamo Roberto Cipelli al pianoforte e poi Tino Tracanna ai sassofoni, Attilio Zanchi al contrabbasso e Ettore Fioravanti alla batteria.
Nel disco troviamo molti brani scritti dai singoli musicisti e qualche standard, tra i quali citerei una bellissima "You and the night and the music". Alla fine un viaggio nella musica, nella lieve poesia che vi si ascolta, che rende questo CD uno dei migliori lavori in assoluto, tralasciando i confini del jazz nazionale.

Nuova livrea per nuove vittorie

Nuova livrea per la vincente Osella FA30 motorizzata Zytek 3 litri del nostro Simone Faggioli, attualmente in testa al Campionato Europeo della Montagna 2010. Ecco alcune foto: